android apple arrow cart-big-outline cart-full check chef-hat all-grid bullseye lightbulb circle-medium circle-small clock download download enlarge facebook instagram magnifier menu-arrow-down pointer printer share star twitter user-simple youtube
arrow_back arrow_down arrow_forward arrow_up menu-arrow-down call camera cart check close download_cloud download facebook filter flame gift-certificate-icon globe google_plus grill instagram linkedin menu minus pinterest plus search star_empty star_full star_half thumb_up trash twitter wallet xing youtube zoom_in zoom_out

Molti alimenti sono troppo delicati per poter essere cotti su direttamente sulla griglia ma con una piastra Weber si può cucinare davvero di tutto, dal polipo affumicato alle verdure scottate nei loro succhi - senza correre il rischio che il cibo cada attraverso la griglia.

Lo chef Imbroisi perché gli antipasti al barbecue sono un must

Gli antipasti trasformano l’ora di cena in un evento sofisticato, creando l'atmosfera dell’intera serata. Lo chef Denny Imbroisi, che gestisce l’acclamato ristorante parigino IDA, è un vero esperto di sofisticatezza. Di origine calabrese, ha presto abbracciato la raffinata eleganza della cucina francese, lavorando con Alain Ducasse presso il suo ristorante Jules Verne, probabilmente il clou dell’eccellenza gallica. Una bella impresa! Come dice il proverbio, “si mangia anche con gli occhi”, quindi la prima cosa che servi deve essere impeccabile, afferma Imbroisi: “Gli antipasti devono essere i protagonisti del pasto, anche visivamente, per fare subito colpo sui commensali”.

Il piacere di cucinare con la piastra

"Gli antipasti devono essere la parte migliore del pasto"

Raccomanda di preparare gli antipasti con la piastra Weber, l’accessorio ideale per il cibo che richiede un trattamento speciale. “Certo, è necessario monitorare il processo di cottura, ma questa piastra facilita ogni cosa, anche se stai solo cucinando a casa”.

La doppia superficie della piastra è ideale per cuocere cibi delicati che altrimenti non potrebbero essere cucinati sulla griglia, soprattutto se si desidera che abbiano un bell’aspetto. La piastra in ghisa smaltata offre un’eccezionale ritenzione e distribuzione del calore, assicurando una cottura sempre uniforme. “Prendiamo per esempio la nostra ricetta di polpo, avocado e pomodoro: il polpo è cotto uniformemente e ha un bellissimo colore. Questa piastra consente di cucinare sul barbecue ingredienti delicati e di lavorare anche con i succhi di cottura. La piastra fa davvero molto di più rispetto a una semplice griglia”.

The best tool

Piastra

Compatibile con la serie Pulse 1000/2000

€ 59,99
IVA incl.
Learn More

La superficie della piastra copre metà barbecue, quindi è possibile cuocere le verdure mentre si griglia la carne o il pollame – o qualunque cosa desideriate! Per scottare gli antipasti di questa ricetta, Imbroisi ha usato la piastra sul barbecue elettrico Pulse. “Visualizza la temperatura di cottura e la mantiene costante... Consiglio vivamente ai cuochi casalinghi di acquistare un barbecue elettrico perché è preciso e facile da usare”.

Questo accessorio è anche il partner perfetto dei barbecue a carbone e gas Weber: basta assicurarsi di aver preriscaldato la piastra prima di iniziare. La piastra è uno degli accessori Weber più versatili in assoluto. Un must per il tuo barbecue!

Ingredienti

  • circlePersone: 4
  • 360 g di polpo già pronto per la griglia
  • 1 pomodoro grande
  • 3 avocado, tagliati a metà
  • 2 barbabietole crude (di cui una barbabietola di Chioggia)
  • 2 pesche tabacchiere
  • 1 cavolfiore intero colorato (giallo o viola)
  • 100 g di aceto balsamico bianco
  • 100 g di aceto balsamico bianco
  • 100 g di aceto balsamico bianco
  • 100 g di aceto balsamico bianco
  • Sale, pepe
  •  
  • Accessori particolari
  • Piastra

Istruzioni

  • 1. Lavare, pelare e preparare gli ingredienti: tagliare a metà gli avocado, rimuovere il seme e metterli da parte per la cottura sulla piastra. Tagliare le pesche in quarti e lasciarle marinare nell’aceto balsamico bianco per circa 15–20 minuti. Tagliare il pomodoro a fette, rotonde e spesse. Tagliare le cime del cavolfiore e affettarle sottilmente. Con un affettaverdure a mandolino, affettare le barbabietole in listelli e lasciarli raffreddare in una ciotola di acqua ghiacciata (tra 2° e 10° C) insieme alle erbe per preservarne i colori e la texture.

  • 2. Preparare il barbecue per la cottura a calore diretto (240° C) e preriscaldare la piastra.

  • 3. Quando la piastra è ben calda, scottare le sei metà dell’avocado per circa 2 minuti su ciascun lato. Mettere da parte quattro metà da servire sui piatti e schiacciare le altre due con una forchetta, lontano dal calore, formando una guacamole grezza; mescolare un cucchiaino (5 ml) di olio d’oliva e un pizzico di sale e pepe nella guacamole

  • 4. Versare un filo d’olio sulla piastra, disporre il polipo e i pomodori e grigliarli per circa 5 minuti, avendo cura di cuocerli bene su tutti i lati.

  • 5. Per ogni porzione, mettere un pomodoro al centro di un piatto (colorato e rotondo), aggiungere la metà di un avocado grigliato con la guacamole e quindi un pezzo di polipo, per dare volume. Per finire, aggiungere i nastri di barbabietola, le pesche, il crescione e le cime di cavolfiore, colorate e affettate, e rifinire il tutto con un filo di olio d’oliva, a piacere.

Per la tua griglia la piastra